Eventi alluvionali 26 Ottobre 2012

DOTAZIONE FINANZIARIA  

200.000,00 a fondo perduto

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Micro, Piccole e Medie imprese industriali, artigiane, di servizi, commerciali e turistiche esercitanti alla data delle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nel giorno 26 ottobre 2012 nelle province di Genova e di La Spezia

 

REQUISITI ESSENZIALI PER POTER PRESENTARE LA DOMANDA

  1. a)aver presentato la segnalazione del danno alla Camera di Commercio di Genova o di La Spezia (Mod. E) ENTRO IL 31 MARZO 2013;
  2. b)rientrare nei limiti dimensionali di micro, piccola e media impresa;
  3. c)non essere sottoposta ad ordine di recupero pendente, né a procedure concorsuali e non trovarsi in stato di liquidazione e neppure nelle condizioni di difficoltà
  4. d)non aver cessato l’attività.
  5. e)la dimostrazione del nesso di causalità del danno subito e segnalato con il Mod. E con gli eventi indicati nelle sopra citate dichiarazioni di emergenza.

Le imprese che hanno subito danni superiori a € 30.000 hanno l’obbligo di presentare perizia giurata.

SETTORI  DI  ATTIVITA’

Industriali, artigiane, di servizi, commerciali e turistiche.

 

AGEVOLAZIONI

Contributo a fondo perduto nel rispetto del regime “de minimis” per un importo complessivo di aiuti negli ultimi tre esercizi finanziari non superiore a € 200.000,00:

  1. nella misura del 40% per impianti, strutture, macchinari, attrezzature, scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti;
  2. correlato alla durata della sospensione dell’attività a causa degli eventi calamitosi.

 

 

SPESE AMMISSIBILI

  1. ripristino degli immobili adibiti all’esercizio dell’attività d’impresa danneggiati;
  2. spese tecniche quali progettazione, direzioni lavori, collaudi, ecc.;
  3. riparazione o riacquisto di impianti produttivi, macchinari, attrezzature e arredi;
  4. riparazione o rottamazione di beni mobili registrati;
  5. acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, danneggiati e non più riutilizzabili;
  6. danni economici legati alla sospensione dell’attività provocata direttamente o indirettamente dagli eventi in oggetto;
  7. spese per la perizia giurata nella misura massima dell’1,5% dell’investimento ammissibile entro il limite massimo di € 5.000,00;
  8. trasferimento della sede danneggiata;
  9. spese ripristino dei beni di proprietà di terzi;

10. lavori in economia;

11. contratti di leasing sui beni oggetto dell’intervento.

Le spese ammissibili NON SONO comprensive dell’IVA

 

TERMINI PRESENTAZIONE
DOMANDE PER BANDO

      DAL 6 MAGGIO 2013 AL 7 GIUGNO 2013

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

La domanda di accesso al contributo deve essere presentata alla CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA (CCIAA) DI GENOVA O DI LA SPEZIA.

La domanda può essere presentata:
-          a mezzo raccomandata;
-          mediante PEC ( posta elettronica certificata)
-       mediante la consegna a mano

 

 

ISTRUTTORIA DELLA DOMANDA

Viene effettuata dalla FI.L.S.E. con procedura a sportello fino alla concorrenza delle risorse disponibili.

L’ordine cronologico è determinato in base alla data di spedizione o consegna delle domande alle CCIAA di Genova o di la Spezia.



FILSE S.p.A. - P. IVA 00616030102
piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 840 33 03 - fax +39 010 542 335
sede legale: via Peschiera 16 - 16122 Genova - tel. +39 010 840 31 - fax +39 010 814 919
E-mail: filse@filse.it - PEC: filse.filse@pec.it

XHTML Validation

CSS Validation

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso e' essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information